Ciccio sottolinea: “Hanno riportato il Milan sulla Terra”

Ciccio Graziani è stato come sempre ospite di “Sportmediaset XXL”, classico appuntamento domenicale di Italia 1. L’ex attaccante ha detto la sua su alcuni dei principali temi del campionato. Come la settimana scorsa, Ciccio si è soffermato a lungo sull’Inter. “Siamo alla settima di campionato e bisogna dare tempo ai nuovi per inserirsi al meglio. Il problema serio è il reparto difensivo. Molto probabilmente Conte deve trovare una quadra diversa in questa squadra, deve tornare a giocare a 4 dietro. Hakimi dalla metà campo in avanti è spettacolare. Non va bene prendere troppi goal per una squadra che punta ai traguardi dell’Inter. Stanno dando tanta fiducia a Vidal, ma il rendimento è sotto la media. Io non sono dentro le cose dell’Inter, ma da Vidal ci si deve aspettare qualcosa di più, il migliore in campo è sempre Barella”.

“Credo sia cambiato l’aspetto psicologico. Ora la squadra va in campo con qualche difficoltà. Poi c’è l’aspetto fisico. A volte l’Inter dimostra qualche difficoltà fisica, alterna momenti belli a momenti di difficoltà. Credo che siano questi due elementi a pesare sul rendimento. Oggi è fondamentale per capire il percorso successivo, è un esame importante per entrambe le squadre”, ha aggiunto Ciccio.

Ciccio Graziani, dirette Facebook - cicciograziani.com

Un commento anche sul Milan, reduce dal pesante k.o. per 3-0 contro il Lille. “Scoppola salutare per mille motivi, anche perché riporta tutti sul pianeta Terra. I rinnovi possono destabilizzare forse lo spogliatoio, se ne parla troppo. Credo che il Milan sia in ritardo, la frittata è già fatta perché più passa il tempo più i giocatori pretendono qualcosa di più. A gennaio Calhanoglu potrebbe firmare per qualsiasi club, Donnarumma idem, anche Ibra. Se si arriva a questi termini si va in difficoltà, a meno che i giocatori non siano tranquilli e non sappiano già che arriveranno alla soluzione”. Insomma, per Graziani a entrambe le milanesi manca la lira per fare il milione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *