Ciccio è sicuro: “La Juventus è la squadra da battere”

Ciccio Graziani non poteva mancare nell’ultimo appuntamento dell’anno di “Sportmediaset XXL”, tradizionale trasmissione calcistica di Italia 1. L’ex attaccante ha parlato in particolare della corsa al tricolore. “L’Atalanta deve recuperare una gara e ci sono 6 squadre in 5 punti, è un campionato avvincente ed equilibrato. Le squadre che avevamo ipotizzato a inizio stagione come pretendenti alla vittoria stanno salendo”.

A Ciccio è piaciuta la Juve di Parma. “La Juventus ieri è entrata con la mentalità giusta. Quando gioca bene è ancora una grandissima squadra. Per me è ancora la squadra da battere, anche se sono un po’ indietro. Ha delle qualità tecniche enormi e in più ha un giocatore che è un extraterrestre”. Poi, Ciccio si è ripetuto: “Quando sale sul pullman con tutti gli altri stai già 1-0. Ha una facilità di calcio e vede la porta in un modo incredibile. Anche Ramsey mi è piaciuto, fa la mezzala e ha dei tempi di inserimento come li aveva Marchisio. Mi comincia a piacere sempre di più McKennie e anche lui ha delle giocate molto buone. Bentancur sta crescendo a dismisura. Questo centrocampo ha una qualità enorme. In più pure Kulusevski si è sacrificato molto in fase di non possesso. Ieri sera la Juve era un’orchestra perfetta”.

Ciccio Graziani negli studi di Mediaset
Ciccio Graziani negli studi di Mediaset

L’Inter, però, non è da sottovalutare. “Milano in testa rende questo campionato molto più divertente e siamo contenti, è un bene per il calcio italiano. L’Inter è cresciuta nel momento in cui ha iniziato a coprirsi di più, a fare meglio in fase difensiva, poi davanti sono straordinari: Lukaku fa reparto da solo e non soltanto per i goal. La squadra ha trovato compattezza e continuità, nel gioco ancora non ci siamo, ha margini di miglioramento, ma quando vinci partite come quella col Napoli sono segnali estremamente positivi”. Chi farà la differenza nel 2021 che è alle porte?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *