Ciccio racconta Arezzo: “Qui risposerò mia moglie”

Alcuni giorni fa il nostro Ciccio Graziani ha partecipato alla trasmissione di Rai Uno “A Sua immagine”, in una puntata dedicata alla città di Arezzo. L’ex campione del mondo ha raccontato quindi della città in cui vive ancora oggi con la moglie Susanna, nonostante sia nato in provincia di Roma. “All’età di sedici anni mi sono trasferito dal Lazio alla Toscana, in quanto mi presero qui a giocare. Poi ho conosciuto mia moglie e a fine carriera abbiamo capito che questo era il posto migliore in cui vivere assieme”, ha raccontato Ciccio, ripercorrendo le tappe più importanti della sua giovinezza.

Graziani è tornato nella chiesa di Santa Maria delle Grazie, dove si è sposato più di 40 anni fa. “Mia moglie vorrebbe che ci risposassimo e confermare quel sì. Non so ancora il giorno, ma sarà a breve. La fede e i figli ci hanno sempre salvato”. “Non ho mai subìto pregiudizi per la fede, anzi, credo di avere coinvolto qualcuno. Quando ero nella Roma, sono stato il promotore dell’istituzione della Santa Messa prima delle partite. Il presidente Dino Viola aveva organizzato una sala apposita. All’inizio qualcuno dei miei compagni non voleva partecipare, poi invece tanti ragazzi si sono avvicinati alla fede”, ha aggiunto Graziani in riferimento al suo rapporto con il cristianesimo.

Ciccio Graziani
Ciccio Graziani

“L’ora della messa la vivo con affezione, in quel momento sto parlando col Signore, sto dialogando con lui. Non c’è giorno in cui io non parli con lui”. Non è mancato un ricordo dell’incidente che ha coinvolto Ciccio lo scorso settembre. “Stavo sistemando una rete a 6 metri d’altezza. Purtroppo la scala si è dissaldata in alcuni punti e io sono caduto all’indietro, ma in quel momento Dio ha chiamato San Pietro, con quest’ultimo che ha mandato un angelo per attutire la mia caduta. Evidentemente il Signore avrà detto: ‘Mah, Ciccio teniamolo ancora un po’ giù che ci fa ancora comodo””.

La puntata di “A Sua immagine” con Ciccio Graziani è disponibile su RaiPlay a questo link.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *