Ciccio contro Italiano: “Ha cambiato qualcosa solo contro l’Inter”

La Fiorentina tanto cara all’ex viola Ciccio Graziani si sta distinguendo per un rendimento fortemente altalenante e solo di recente è riuscita a tornare alla vittoria, battendo in extremis l’Udinese fuori casa. Ai microfoni del Pentasport di Radio Bruno, Ciccio ha detto la sua sul momento dei gigliati, senza risparmiare critiche a dispetto dell’ultimo successo ottenuto in campionato. “Secondo voi Italiano ha cambiato qualcosa nel gioco? Assolutamente no. Solo contro l’Inter e poi basta. Il giocatore più importante alla Fiorentina è Kouamé: sa fare tutto. Secondo me sarebbe possibile vedere Cabral e Jovic davanti con Kouamé e Nico esterni, ma noi giochiamo con Jovic punta. Eppure Cabral meriterebbe più fiducia, anche con il serbo”.

“Nella metà campo viola ci sono sempre 8 giocatori, non importa difendere con tanti giocatori. Se serve tempo? Bisogna allenarsi di più, la tattica non crea tanta fatica. Se Jovic ha difficoltà ne deve parlare con allenatore e società. Per quanto riguardagli esterni, Ikonè è migliorato, sta diventando sempre più concreto. Nico potrebbe segnare, ma ha bisogno di stimoli. I giocatori creano, ma sbagliano tanto”, ha aggiunto Graziani.

Ciccio Graziani
Ciccio Graziani

Oggi la Fiorentina si trova nella seconda metà della classifica con appena 13 punti, frutto di 3 vittorie, 4 pareggi e 5 sconfitte. 13 sono anche i gol realizzati finora, a fronte di 17 reti incassate. Nelle ultime 5 giornate i viola hanno ottenuto 3 sconfitte e un pareggio prima di strappare i 3 punti ai friulani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.